Succede che rientri da Londra e trovi una cartella di Equitalia. Bentornato in patria, eh. Bentornato nella follia.

Da adulto e padre di famiglia, ti chiudi un attimo in ufficio, e ti lanci in accuse durissime nei confronti della Vergine (cit. Villaggio), espediente con cui riguadagni la compostezza e la gravitas richieste dal tuo ruolo.

Succede che l’ente creditore è la Camera di Commercio. Di Milano. Oh bella.

Succede che la Camera di Milano vuole il diritto di registro per il 2010.

Succede che tu non ti ci sei mai iscritto, al Registro Imprese.

Succede anche che tu, quella partita IVA che dicono loro, l’hai chiusa nel 2003.

A questo punto, chiami il Contact Center. Il contact center serve per dirti che:

  1. sì, la cartella si riferisce proprio a quella partita IVA
  2. no, a loro nessun ha mai comunicato la chiusura della partita IVA
  3. in effetti non risulti iscritto al Registro Imprese
  4. però eri iscritto al Registro Ditte
  5. in effetti per il Registro Ditte non c’era alcun diritto annuale
  6. probabilmente il computer ha ricopiato un registro nell’altro, sa com’è
  7. devi iscriverti sul sito e fare la procedura online.

Dopo un adeguato periodo di invocazioni a divinità assortite, partiamo con la procedura online.

  1. nella procedura, devi indicare il numero REA che non hai mai avuto
  2. fortunatamente, la validazione dei campi è un concetto sconosciuto, un po’ di zeri a casaccio vanno bene
  3. indica quindi il numero della cartella, 20 cifre, che “compare in basso a destra in ogni pagina della cartella” (grazie, tooltip)
  4. senonché, in basso in ogni pagina ci sono 4 gruppi di cifre, per un totale di 17 cifre: 123 1234 12345678 12
  5. non funziona
  6. riprova usando i 3 spazi fra i gruppi di cifre
  7. non funziona
  8. riprova mettendo il numero che NON compare dove indicato, e ha 3 zeri in coda. Funziona
  9. funziona; un senso di gratitudine al pensiero che le probabilità che un certo web designer venga divorato da un leopardo nascosto nella toilette sono non nulle
  10. allegare le prime tre pagine della cartella?!?!?! (E il numero cartella che te l’ho dato a fare? Legge Bassanini, dice niente?)
  11. no, idiota, non uno zip con tre jpg. Un pdf. Unico.
  12. promemoria a me: cercare “grandi felini, affitto” e “spedizioniere animali”
  13. incolla online i tre pdf e salva il documento risultante
  14. allega il pdf unico
  15. il bottone Salva serve a quello: salva
  16. ah no, svuota anche il campo “allegato”, quello del pdf di cui sopra, e la procedura non procede
  17. ricarica il pdf
  18. adesso non salvare, clicca “Avanti”, da bravo
  19. oh guarda, fine. ti faremo sapere via PEC. Forse. O magari nell’area Messaggi, a seconda.

Ho cominciato a occuparmi di usabilità web nel ’95, quindi il solo commento che faccio è che siamo nel 2013.

Share This

Share This

Share this post with your friends!