Da quando Marco ha iniziato a lanciare l’idea di una “Fuga da Facebook“, si moltiplicano coloro che vogliono farsi vedere correre in soccorso del vincitore.

La mia previsione è facile, ma di questi tempi cose più banali hanno grande successo, e io devo pagare le bollette.

Ebbene, io dico che gli utenti abbandoneranno Facebook e gli altri social,  e lo faranno per motivi sbagliati, proprio come li usavano per motivi sbagliati.

Queste piattaforme, che devo chiamare social per farmi capire, di sociale non hanno nulla: si tratta di parchi buoi, o walled gardens per gli anglofili.

La socialità è altro, e altrove. Il non essere riusciti a portarla online, quando già c’era, è il grande fallimento del “Web 2.0”.

La buona notizia? Oltre al fatto che la vita andrà avanti, c’è che tutti i socialmediafuffa evangelist scopriranno di essere banali channel manager e per un po’ si sentiranno meno cazzate sproloqui.

Share This

Share This

Share this post with your friends!